Ultima modifica: 7 Novembre 2019

PCTO (ex AS-L)

 

 

 

Docente Referente: Prof.ssa Paola Fogazzi ([email protected])

 

Al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti l’art. 1 comma 33 della legge 107/2015 prevedeva l’attuazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro, di cui al decreto legislativo 15 aprile 2015, per una durata complessiva di almeno 400 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi degli istituti tecnici. Queste disposizioni sono state applicate a partire dalle classi terze attivate nell’anno scolastico 2015/2016. Il comma 35 prevede che lo svolgimento di tale attività possa essere svolto anche durante la sospensione delle attività didattiche e che possa anche realizzarsi all’estero. Il comma 37 prevede la possibilità, da parte dello studente, di esprimere una valutazione dell’efficacia e della coerenza dei percorsi proposti con il proprio indirizzo di studio.

La legge 30 dicembre 2018, n.145, relativa al “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021”, apporta modifiche alla disciplina dei percorsi di alternanza scuola lavoro di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 77, che vanno ad incidere sulle disposizioni contenute nell’articolo 1, commi 33 e seguenti, della legge 13 luglio 2015, n. 107.

Tali modifiche, contenute nell’articolo 1, commi da 784 a 787, della citata legge, comportano, tra l’altro, che a partire dall’a.s. 2018-2019 i percorsi di alternanza scuola-lavoro siano ridenominati “Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento” e che il monte ore obbligatorio, per gli Istituti Tecnici,  passi da 400 a 150 ore.

A partire dall’a.s. 2015-2016 l’Istituto Pastori ha messo in atto quanto previsto dalla legge 107. Il raggiungimento di tale obiettivo è stato inizialmente garantito mediante una ripartizione fra ore obbligatorie da svolgersi presso realtà esterne nel periodo scolastico, ore facoltative da svolgersi in realtà esterne durante la sospensione delle attività didattiche, ore svolte in periodo curricolare (attività nell’azienda dell’Istituto, visite didattiche di settore, formazione sicurezza, didattica propedeutica all’attività in azienda). Mentre in un primo momento il periodo di svolgimento dell’alternanza è coinciso con l’inizio e la fine dell’anno scolastico (mesi di giugno e di settembre) a partire dall’a.s. 2017/18 le esperienze di alternanza esterna si sono svolte nel corso dell’anno scolastico.

Le realtà esterne sono coerenti con l’indirizzo di studio frequentato dallo studente, ed è prevista una valutazione da parte del tutor esterno sulle competenze raggiunte con ricadute sulla valutazione didattica. Dall’a.s. 2017-2018 è stata avviata la costruzione di un modello di progettazione triennale d’Istituto dei percorsi di alternanza scuola lavoro, declinati per articolazione e per disciplina ed è stata rimodulata nel corso dell’anno scolastico la scansione temporale dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento interni all’Istituto e presso realtà esterne.

A partire dall’a.s. 2019-2020 gli studenti frequentanti le classi 3°-4°-5° svolgeranno 7 esercitazioni da 4 ore nell’azienda agraria Pastori alternandosi sui tre settori: Stalla, Serra, Cantina-Vigneto; gli studenti del quarto e del quinto anno svolgeranno inoltre 80 ore in aziende esterne coerenti con l’indirizzo di studi per complessive 244 ore nell’arco del triennio.

Propedeutica all’esperienza è la formazione sulla sicurezza sia di base che specifica. A tal fine l’Istituto ha aderito al Protocollo tecnico sottoscritto da ASL, UST, DTL e Provincia concernente l’erogazione della formazione sulla salute e sicurezza sul lavoro, nel rispetto del D.lgs. 81/2008 e dell’accordo CSR 21/12/2011, a cura degli istituti di istruzione secondaria di II° grado. Dall’a.s. 2015-16 docenti interni al C.d.C. provvedono all’erogazione delle quattro ore previste per la formazione di base sulla sicurezza agli studenti del secondo anno del primo biennio (classi seconde) e delle otto ore della formazione specifica (agricoltura, rischio medio) agli studenti del primo anno del secondo biennio (classi terze).

Per maggiori informazioni e per reperire materiale fare riferimento alla pagina dedicata dell’UST di Brescia.